dieta-green-coffee-italia

Quando si parla di diabete si dovrebbe parlare anche della dieta che questa patologia richiede perché è stato ampiamente dimostrato come gli alimenti possano influire sul diabete. Si dovrebbe pertanto parlare di dietoterapia nel senso che chi è diabetico, non solo ha una terapia farmacologica da seguire ma anche uno schema alimentare.

Dieta “amica”

Fotolia_46366798_XS

Parlando di dieta non si deve però intendere una dieta restrittiva e difficile da seguire come per chi vuole mettersi a dieta per perdere qualche chilo ma semplicemente portare delle varianti a ciò che si mangia abitualmente considerando che alcuni cibi si devono consumare con moderazione ma ne esistono tanti altri di alternativi che rendono meno pesanti queste rinunce.

Alimenti che vanno bene:

Come primi vanno bene il riso e la pasta o la pizza ma senza esagerare con la quantità. Conditi con pomodoro o tonno o verdure e non abbinati nello stesso pasto al consumo di pane. Per quanto riguarda la verdura, le carote al contrario di quanto si crede, vanno bene. Le bevande dovrebbero essere non zuccherate e i dolcificanti dovrebbero essere di tipo ligth.

Vedi anche: Alimenti per diabetici: Quelli da evitare, quelli da integrare!

Alimenti pericolosi:

Per iniziare lo zucchero ma tutto ciò che ha un alto contenuto glicidico e lipidico come il miele e i dolci in generale. Da evitare le merendine, gli snack, i gelati, il cioccolato, la marmellata. Diciamo una sorta di Dieta Dukan leggermente più ristretta.

Approfondimento su:

I primi piatti, come si è detto, dovrebbero essere semplici e fatti con poco condimento. No quindi a lasagne, tortellini, risotti elaborati o pizza molto condite. Da evitare anche i sostituti del pane che sono ricchi di grassi aggiunti e di sale come i crackers o i grissini o le focacce.

Anche la frutta secca (pinoli, castagne, mandorle, noci, arachidi, ecc.), o la frutta sciroppata non vanno bene per chi è diabetico. Infine, alcuni tipi di frutta come le banane, i mandarini, l’uva, i cachi, i fichi sono sconsigliati. Assolutamente da evitare tutte le bevande zuccherate e i succhi di frutta in generale.

L’importanza dei carboidrati

Dieta

I carboidrati in generale sono un fattore ad alto rischio per chi soffre di diabete. Quindi vanno consumati con moderazione. Nel calcolo complessivo delle calorie non dovrebbero superare il 50% di quelle assunte giornalmente.

Il saccarosio, o zucchero da cucina, deve essere pari al 5% delle calorie totali (circa 15-20 grammi). Attenzione però a non consumare contemporaneamente prodotti dolciari di qualsiasi tipo perché supererete sicuramente questa soglia.

Perché è importante seguire una dieta?

I motivi sono diversi ma se si volessero riassumere in poche frasi, queste sarebbero senza dubbio le ragioni più importanti per capire l’importanza di fare una dieta:

  • controllare la glicemia;

  • controllare il peso corporeo;

  • controllare la lipidemia.

Per chi soffre di diabete fin dalla nascita è importante partire da subito con un controllo dell’alimentazione in modo da abituare il soggetto a prendere confidenza con un fattore che lo accompagnerà sempre nel corso della propria esistenza. Magari usando anche una sorta di dieta sgonfiante, ideale per depurarsi. Molta importanza è da porre sui carboidrati e sul loro consumo perché, come si sa, sono la fonte primaria per la produzione del glucosio.

Per chi, invece, inizia in età più avanzata a soffrire di diabete, potrebbe essere sufficiente un calo ponderale del 5-10% per ridurre la glicemia e migliorare anche la pressione arteriosa.

Dieta Brucia Grassi

segui_le_stagioni_la_corretta_alimentazione

Chi vuole perdere peso deve seguire due regole: sottoporsi ad una buona dieta e un allenamento costante. Oggi nello specifico parliamo della dieta brucia grassi.

La persona che intende dimagrire deve bruciare i grassi. Qualcuno però ritiene che, per smaltire l’adipe in eccesso, basti mangiare pochissimo e patire i morsi della fame. Questo è il primo passo verso il fallimento.

Nel nostro corpo non ci sono solo grassi da bruciare. Alcuni sono di estrema importanza per la sopravvivenza. Parliamo della massa magra e della massa muscolare. Entrambe non devono essere toccate in una dieta. L’unica che deve essere smaltita nelle giuste quantità è la massa grassa.

I consigli alimentari che vi proponiamo oggi con questa dieta brucia grassi, non sono fatti e finiti. Sono solo alcuni suggerimenti che vi offriamo per intraprendere la giusta strada, per non sbagliare sin dall’inizio. Dopo sarà il vostro dietologo o nutrizionista a stabilire in base a tutti gli aspetti rilevanti per creare una dieta personalizzata, quale sarà il percorso che dovrete percorrere per perdere peso o addirittura una dieta per aumentare di peso.

Magari vorreste trovare una dieta brucia grassi universale, che vi permetta di risparmiare denaro e di dimagrire in fretta. Purtroppo non esiste. I metodi veloci sono poco sicuri e spesso, quando vengono interrotti (perché NON possono essere seguiti per sempre), hanno conseguenze devastanti sul fisico.

6 Alimenti ricchi di magnesio

Gli alimenti ricchi di magnesio aiutano a prevenire diversi problemi di salute. Rafforzano i muscoli del corpo, compreso il cuore, il sistema immunitario e quello respiratorio. Vediamo insieme quali sono i 6 cibi che contengono più magnesio ( in caso di un eccessivo calo, potete assumere del magnesio supremo, info su http://www.guidasalute.it/magnesio-supremo/3728/  )

1. Ortaggi a foglia verde

Il magnesio è un minerale presente in tutti gli ortaggi a foglia verde, citiamo come esempio gli spinaci. Essenziale integrare questi ortaggi nella nostra quotidianità così da sfruttare le loro proprietà antiossidanti. Dovremo consumare quotidianamente frutta e verdura così da assorbirne i principi nutritivi.

2. Germogli di soia

Un alimento che non utilizziamo molto noi in occidente, ma tuttavia contiene molto magnesio e possiede tante altre proprietà benefiche per l’organismo.

3. Frutta secca

Per frutta secca s’intende le nocciole, le noci e le mandorle. Questi alimenti sono fonti di magnesio eccezionali, stimolano la memoria e la concentrazione.

4. Semi di zucca

Ottimi come condimento e spezza fame. I semi di zucca sono ideali perché le quantità di magnesio presenti vi aiutano a rilassarvi e superare meglio lo stress quotidiano.

5. Fichi

Sono ottimi da gustare come spezza fame anche se è bene ricordare che i fichi non sono solo ricchi di magnesio, ma sono anche molto calorici. E’ bene quindi non eccedere mai. Tuttavia questo frutto è perfetto per chi è sotto sforzo fisico o intellettuale.

6. Cacao Amaro

I benefici del cacao amaro sono apprezzati da tempo. Ricco di magnesio e ferro. Se vi sentite stanchi e privi di energia, il cacao in polvere vi darà la spinta giusta!

I cibi top per una dieta brucia grassi

Dieta-1000-calorie

  1. Legumi: è importante accompagnare i pasti da una buona quantità di legumi. Oltre ad essere particolarmente benefici per il nostro corpo (e per questo dobbiamo ringraziare le fibre), hanno lo straordinario “potere” di sedare la fame. Aiutano inoltre a digerire meglio. Una dieta solo e esclusivamente a base di legumi non va bene, perché non dispongono di tutte le sostanze richieste dal corpo.
  1. Peperoncino: il peperoncino attiva il metabolismo. È bene insaporire i piatti con questo prodotto naturale se vogliamo perdere peso perché oltre ad aiutarci a bruciare in grassi in eccesso, frena anche la fame!
  1. Cereali: ricchi di fibre e capaci di saziare. Non possono mancare nella dieta! Sono un ottimo spuntino smorza fame, adatti per quelle persone che sentono l’esigenza di mangiare spesso soprattutto in momenti di forte nervosismo.
  1. Passiamo alla frutta. Sono tanti i frutti da inserire nella dieta brucia grassi. Partiamo dall’ananas, non permette al corpo di assimilare i grassi e rende migliore la digestione. Le fragole possiedono pochi zuccheri e depurano il corpo. L’Avocado e il pompelmo diminuiscono la fame e accelerano il metabolismo. D’estate non fatevi mancare il cocomero. Questo frutto, grazie alle grandi quantità d’acqua contenute, dona sazietà e rende il corpo idratato. Possiede inoltre pochi zuccheri e non ha grassi. Infine non dimentichiamoci le classiche pere e mele, ottime perché saziano senza dare troppe calorie.
  1. Passiamo all’insalata e la rucola. La prima aiuta a ottenere il senso di sazietà. Andrebbe mangiata prima di un pasto. Dopo ovviamente bisogna mangiare, ma il nostro corpo riuscirà a sopportare meglio le quantità meno generose di piatti. Per quanto riguarda la rucola, oltre a stimolare il metabolismo, aiuta a bruciare le calorie e nel frattempo dona al corpo le importantissime vitamine A e C.
  1. Salmone: grazie agli omega tre aiuta a bruciare in fretta i grassi. Inoltre è buonissimo ed è un alimento salutare.
  1. Le verdure crude sono salutari e rappresentano un ottimo spuntino per saziare la fame.
  1. Tè verde: aiuta a bruciare i grassi, accelera il metabolismo e combatte i radicali liberi!
  1. Caffè: solo una tazzina al giorno e senza zucchero. Il caffè non fa proprio perdere peso, diciamo piuttosto che diminuisce la fame e aiuta ad attivare il metabolismo.
  1. Olio extravergine d’oliva. Insaporite i vostri piatti con questo condimento, senza eccedere e rigorosamente a crudo, e riuscirete a portare tanti reali benefici alla vostra dieta brucia grassi.

Gli ultimi consigli che voglio dare a tutti coloro che intendono seguire una dieta brucia grassi sono:

Per prima cosa, imparate a mangiare lentamente così da favorire la digestione. Iniziate a fare cinque pasti al giorno. È molto importante non saltare la colazione, lo spuntino tra pranzo e colazione e quello a metà pomeriggio. In questo modo il metabolismo continua a lavorare e non si ferma mai. È importante tenerlo sempre attivo. Gli spuntini servono anche da smorza fame. Quando arrivate a sedervi a tavola per il pranzo o la cena, non vi abbufferete e riuscirete a seguire meglio la dieta.

Info su http://www.inran.it/dieta-macrobiotica/6

La dieta brucia grassi deve essere accompagnata da un allenamento costante e adatto al vostro corpo. L’alimentazione da sola non è sufficiente, dovete smettere di avere una vita sedentaria e iniziare a praticare attività fisica.

Puoi approfondire l’argomento su